Wednesday, November 14, 2018
 
Parere Tributario

Il nostro team di dottori commercialisti ed avvocati tributaristi elabora quotidianamente pareri fiscali on line.     

Richiedere la redazione di un Parere non costa nulla, descriva per cortesia in via analitica, univoca e chiara il Suo caso.  

E’ nostro impegno esaminarlo nel più breve tempo possibile (max entro 8 ore lavorative) e ricontattarLa per comunicarLe eventuali tempi ed oneri per la redazione del parere tributario (Le comunichiamo se l’esito di fattibilità è positivo o no).  

Non sempre è possibile fornire una assistenza esaustiva, Vi sono dei casi che non lo consentono: non è nostra attitudine far sostenere ai nostri clienti un esborso pecuniario quando non siamo sicuri della loro tutela e soddisfazione finale.    



 

 
 Print  
Minimize
Divulgazioni ed aggiornamenti da Networkfiscale.com

Il contratto collettivo di lavoro

Analisi del contratto collettivo di lavoro in merito alla definizione, caratteristiche e fondamento

laura.bargone 0 322 Article rating: No rating

Il contratto collettivo di lavoro viene definito come “l’accordo tra un datore di lavoro, o un gruppo di datori di lavoro, ed un’organizzazione o più di lavoratori allo scopo di stabilire il trattamento minimo garantito e le condizioni di lavoro alle quali dovranno adeguarsi i singoli contratti individuali stipulati sul territorio nazionale; la contrattazione collettiva è il principale strumento di autoregolamentazione dei rapporti di lavoro e delle relazioni sindacali.

Il lavoro intermittente

Analisi del contratto di lavoro intermittente: nozione e le vari tipologie contrattuali, casi in cui è ammesso e casi in cui è vietato.

laura.bargone 0 71 Article rating: No rating

Il lavoro intermittente o lavoro a chiamata o job on call, è un contratto di lavoro a tempo determinato o indeterminato, con il quale un lavoratore si mette a disposizione di un datore di lavoro che ne può utilizzare la prestazione lavorativa in modo discontinuo cioè quando ne ha effettivamente bisogno.

Questo particolare contratto di lavoro è stato introdotto nel nostro ordinamento con il D. Lgs 276/2003, con l’obiettivo di permettere la regolarizzazione dei cosiddetti “spezzoni lavorativi”, cioè di quei lavori discontinui che si svolgono in modo diffusamente sommerso, tramite uno strumento contrattuale specifico particolarmente adatto ad alcuni settori come il turismo, la ristorazione ecc.; attualmente la disciplina del lavoro intermittente è contenuta nel D.Lgs 81/2015 (art. 13 – 18) di attuazione del Jobs Act.

Legge regionale 2 agosto 2018 n. 32 Regione Sardegna

Analisi delle novità introdotte dalla legge della Regione Sardegna in materia funebre e cimiteriale

laura.bargone 0 48 Article rating: No rating

Il 9 agosto 2018 è stata pubblicata sul BURAS n. 37 parte I, bollettino ufficiale della Regione Sardegna, la legge n.32 del 02/08/2018 che ha ad oggetto “norme in materia funebre e cimiteriale”, entrata in vigore lo stesso giorno di pubblicazione; grazie a questa legge, anche la Sardegna si dota di una specifica legge per il settore funebre e cimiteriale, colmando così la lacuna di mancanza di norme regionali nel settore.

Il licenziamento ingiustificato del lavoratore

Il regime sanzionatorio dei licenziamenti individuali, discriminatori, nulli e orali

laura.bargone 0 13 Article rating: No rating

L’articolo 18 della L. 300/1970 stabilisce che in caso di licenziamento discriminatorio, indipendentemente dalla motivazione utilizzata dal datore di lavoro e quale sia il numero dei lavoratori occupati, trova applicazione la tutela reale piena o risarcimento pieno; il giudice infatti stabilisce innanzitutto che il licenziamento è nullo, ordina al datore di lavoro di reintegrare il lavoratore sul posto di lavoro (con diritto comunque del lavoratore di optare per l’indennità sostitutiva) anche se con qualifica di dirigente, ed inoltre il datore di lavoro viene condannato al risarcimento del danno subito dal lavoratore, stabilendo un’indennità commisurata all’ultima retribuzione globale di fatto maturata dal giorno del licenziamento fino a quello di effettiva reintegrazione ma in ogni caso in misura non inferiore alle 5 mensilità, il datore di lavoro dovrà inoltre per lo stesso periodo versare i contributi previdenziali ed assistenziali.

Resto al Sud

Cos’è e come funziona il Bando Resto al Sud e i requisiti per potervi accedere

laura.bargone 0 201 Article rating: No rating

Resto al Sud è l’insieme di una nuova serie di incentivi introdotti con il DL 91/2017 a favore del Mezzogiorno che si rivolge ai giovani dai 18 ai 35 anni che risiedono in una delle seguenti regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Sardegna, Sicilia, Molise e Puglia e che intendono aprire una nuova impresa; a questi giovani INVITALIA, a cui è affidata la gestione dello strumento, offre due tipi di agevolazioni fiscali che possono coprire il 100% delle spese effettuate a fondo perduto e finanziamenti a tasso zero. Resto al Sud ha come obiettivo quello di incentivare la nascita di nuove attività imprenditoriali condotte dai giovani in quei territori fortemente svantaggiati a livello economico e occupazionale e contribuire alla crescita delle neo imprese già costituite negli stessi territori da giovani imprenditori dopo il 21 giugno 2017.

RSS
Inviaci il tuo quesito fiscale
ti chiediamo cortesemente di descrivere il caso in modo dettagliato. Così facendo ottimizzaziamo tempo e risorse, grazie
Minimize
Contatti & Recapiti
 






Minimize
Free counters!
Il Network    |   Parere tributario on line   |   Due Diligence   |   Chi Siamo   |   Contatti & Recapiti
Copyright 2011 - 2018 Network Fiscale S.r.l. a socio unico